Cosa sono il piano di Gesù e la trasfigurazione?

Cosa sono il piano di Gesù e la trasfigurazione?

Uno degli eventi più importanti per un Cristiano è la trasfigurazione del Signore. La luce di Dio fu mostrata a Gesù, ai discepoli e poi a chiunque altro nel futuro.

Nei vangeli di Marco 9:2-8, Matteo 17:1-8 e Luca 9:28-36 ci viene presentata la trasfigurazione di Gesù Cristo. Mentre Luca 9 si concentra sulla narrazione dei fatti che chiariscono l’identità di Gesù Cristo, Marco 9 pone l’attenzione sull’evento in sé.

“(2) Sei giorni dopo Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e salì su un monte molto alto dove rimasero da soli. Egli si trasformò di fronte ai loro occhi (3) e il suo vestito diventò candido e sfolgorante.

(4) Ed ecco due uomini parlavano con Gesù, erano Mosè ed Elia. (5) Pietro reagì dicendo a Gesù: “Maestro, è bello per noi essere qui. Prepareremo tre templi, una per te, una per Mosè e una per Elia.” (6) Egli disse così perché non sapeva cosa rispondere, tutti e tre ebbero paura.

(7) Poi una nube li avvolse e dalla nube uscì una voce: “Questo è il mio Figlio, l’eletto. Ascoltatelo!” (8) Subito dopo, guardandosi attorno, videro che Gesù era solo”

Mosè e Gesù

La trasfigurazione di Gesù è la conferma che la sua sofferenza diventerà gloria. Secondo Luca 9:32, “Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno, tuttavia restarono svegli e videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui”. In questa scena possiamo quindi vedere l’accettazione e l’approvazione di Gesù come figlio di Dio e successore di Mosè.

In entrambi i racconti, troviamo le seguenti somiglianze: i sei giorni, il monte, l’irraggiamento sui loro volti e le nubi (Esodo 19:16; 24:15-18; 34:29-35). Inoltre, vediamo che il monte è anche un luogo di preghiera, Luca (6:12; 22:39-41). Sia Mosè che Elia rappresentano la legge del Vecchio Testamento e i profeti, mentre Gesù rappresenta la nuova legge.

Il piano di Dio

Ma cosa impararono gli apostoli sul monte? Questa esperienza permise loro di conoscere nel profondo l’identità di Gesù e di comprendere meglio la sua missione divina dal cielo. L’esperienza del Monte Tabor è fondamentale nel viaggio verso Gerusalemme, perché fortificò Gesù e gli apostoli. Ci dà inoltre la prospettiva, la visione e la forza di cui abbiamo bisogno nelle vite come Cristiani e discepoli. La trasfigurazione di Gesù ci insegna che la gloriosa vita di Dio include la morte, e non si può scappare, solo affrontarla. Ci ricorda inoltre che anche l’oscurità più spaventosa può essere illuminante e sfolgorante.

Trasfigurazione e Rosario

Papa Giovanni Paolo II fece della trasfigurazione uno dei cinque Misteri Luminosi del Rosario. I Misteri Luminosi del Rosario, o Misteri della Luce, sono incentrati sulla vita pubblica di Gesù, cioè gli anni della sua predicazione nel periodo che va dal Suo battesimo alla Sua morte. Vengono chiamati Misteri della Luce perché Gesù è la luce del mondo. Gesù come luce è menzionato diverse volte nel Vangelo di Giovanni.

By clicking Subscribe, you agree to our Terms & Conditions and Privacy Policy
Chiudi il menu
×
×

Carrello