La Maternità della Madre Maria

La Maternità della Madre Maria

Il nostro Modello di Ruolo

Tutti conosciamo esempi di maternità meravigliosi del mondo reale, ma quando cerchiamo ispirazione e una figura a cui somigliare, non c’è niente di meglio della madre divina stessa. Una donna degna di emulazione, nella cui virtù e nel cui amore incondizionato, non solo verso suo figlio ma verso tutta l’umanità, si può trovare ispirazione.

Anche Nostra Madre

Vedete, quando Maria ha accettato di portare in grembo il figlio di Dio, si è anche impegnata a diventare nostra madre, perché siamo tutti uniti con Gesù nel corpo mistico. Anche se è stata portata al Cielo millenni fa, è nelle sue molteplici intercessioni che continuiamo a ricevere il dono della salvezza eterna. Per noi, lei è un avvocato, consolatore e benefattrice.

Cosa ispira?

Attraverso lo studio delle sue azioni e delle sue caratteristiche, ogni donna può regalare ai propri figli un’educazione degna di Dio: una in cui si esemplificano l’accettazione, il coraggio, la resistenza, la fede, la speranza, la gioia, l’obbedienza, la pazienza, la forza e la fiducia.

Inoltre, possiamo imparare una lezione nella fede e insegnarla ai nostri figli. A Maria è stata chiesto di sopportare molto – la maternità da non sposata, la delusione del fidanzato, la tortura e la morte di suo figlio – eppure è passata attraverso tutto questo con forza, coraggio e fede in Dio ancora intatti.

Devozione e dedizione

Con Maria come modello di maternità, possiamo sopportare ogni prova e tribolazione che il ruolo del genitore ci impone, le gioie e i dolori. Perché quando guardiamo a Maria per ispirazione, vediamo in che modo una madre dovrebbe amare: devotamente e con una dedizione eterna e incrollabile alla nostra fede.

By clicking Subscribe, you agree to our Terms & Conditions and Privacy Policy
Chiudi il menu
×
×

Carrello